2.11.78.2, 2018-12-05 18:30:44

Il Maggiolino sportivo.

Una vettura elegante, con un cuore sportivo.

image

Il Maggiolino scende in pista.

1963

Un concessionario americano Volkswagen Hubert Brundage ha l'idea di montare il motore Maggiolino sulla sua piccola macchina da corsa: da questo momento le autorità sportive approvano il nuovo tipo di macchina da competizione sportiva basato sul Maggiolino. Dopo alcune visite negli USA, Ferry Porsche e il suo direttore di gara Huschke von Hanstein portano la Formula V anche in Europa fiutando l’evoluzione di quella che si rivelerà un’ottima idea.

 

image

Volkswagen Herbie, il Maggiolino tutto matto.

1968

Nel 1968 il film americano "Herbie, il Maggiolino tutto matto", arriva nei cinema di tutto il mondo e dà il via ad una serie di pellicole che prosegue fino al 2005. La storia di una Volkswagen in grado di gareggiare, organizzare incontri, arrabbiarsi e gioire insieme al suo proprietario, fa il giro del mondo e incorona una nuova star a quattro ruote.

image

Monster Bug.

1971

La potenza del Maggiolino si risveglia sotto forma di auto da rally argento-nero di Porsche Salzburg, con sospensioni McPherson sull’asse anteriore e posteriore a bracci trasversali. Con professionisti al volante, i Monster Bug potenziati a 126 CV entusiasmano il panorama del rally e, superando tutti i record dei predecessori, nel 1972 rendono il Maggiolino il nuovo campione del mondo.

image

Un Maggiolino nautico.

1973

Una dilagante febbre da Maggiolino nautico spinge ad avventurarsi lungo audaci traversate. Malc Buchanan decide di sfidare l’agitato Mare d’Irlanda, navigando in sette ore e mezza dall’Isola di Man alla contea inglese di Cumberland. Ed è subito record.
Nello stesso anno vengono presentati diversi modelli speciali di Maggiolino: il Jeans, il Big, “la macchina da corsa giallo-nera” e il City puntano a rilanciare la domanda del bestseller con milioni di esemplari al suo attivo, giunto alla fine del suo ciclo di vita.

image

La Beetle mostra i muscoli.

1999-2015

Nel 1999, per l’ADAC New Beetle Cup, Volkswagen Motorsport fa costruire quaranta New Beetle con una carrozzeria rinforzata e un motore VR6 2,8 litri da 204 CV. Il campionato monomarca, organizzato fino al 2002, prevedeva anche una gara con personaggi famosi come programma collaterale del GP del Canada 2000, a Montreal, a cui aderirono piloti del calibro di Jacques Laffite e dell’americano Hurley Haywood.
In occasione del Motor Show di Chicago nel 2013, porta in pista un Maggiolino con 210 cavalli mandando in estasi la community del Maggiolino, esattamente come 40 anni prima aveva fatto la Beetle GSR con 50 CV, una potenza oltre quattro volte inferiore rispetto al suo successore.
E nel 2015, durante il Global Rallycross USA, Scott Speed conquista la vittoria finale a bordo della Beetle GRC 560 CV impiegata da Andretti Autosport, partner Volkswagen, mentre il compagno di squadra Tanner Foust rende il trionfo perfetto aggiudicandosi il terzo posto.