La mobilità Volkswagen in città
Mobilità elettrica

Il concept della mobilità sostenibile: niente code, meno inquinamento

Mobilità elettrica

Il concept della mobilità sostenibile: niente code, meno inquinamento

Ingorghi nelle ore di punta, città affollate, inquinamento, divieti di accesso: con l'espandersi dei centri abitati, anche il volume del traffico è in continuo aumento. Per far fronte a questa sfida in costante crescita, occorrono concept di mobilità innovativi e soluzioni ecocompatibili.

Scopri qui:

  • Perché Mobility as a Service è il futuro?
  • In che modo il car sharing aiuterà le città?
  • Cosa indicano termini quali ride sharing e car pooling
  • Chi sta già adottando questi concept di mobilità sostenibile?

Il trasporto in città: rispetto per l'ambiente e semplicità d'uso

Gestire la vettura Volkswagen tramite App

Con i concept di mobilità sostenibile bisogna focalizzarsi oltre che sulla riduzione del numero dei veicoli e sulla loro ecologia, anche sul loro utilizzo. Nel futuro, per far fronte alle nuove sfide del trasporto individuale,  si punterà al Mobility as a Service. Cosa si intende? In generale, si tratta di servizi ecocompatibili in grado di coniugare offerte di trasporto pubbliche e private, fino a ottenere un servizio omogeneo e di facile utilizzo da parte dell'utente. L'obiettivo è quello di sfruttare più a fondo le potenzialità dei differenti mezzi di trasporto, al fine di ridurre il traffico e tutelare l'ambiente e... il portafoglio degli utenti. 

Questi servizi non daranno semplicemente la possibilità di migliorare la vita nei centri abitati, ma anche quella di ottimizzare il traffico e i trasporti nelle aree periferiche, spesso mal servite. Lo scopo è quindi ridurre il numero dei veicoli utilizzati, offrendo al contempo ai clienti una mobilità alternativa a quella pubblica, flessibile ed economica. Il trasporto pubblico attuale resta comunque una validissima alternativa, offrendo già oggi altissimi livelli di efficienza: pensiamo alle metropolitane, alle linee ferroviarie suburbane e alle linee degli autobus.

Offerte di car sharing: dove tutto è cominciato

Con questi concept di mobilità, a quali servizi ci riferiamo? Uno dei più popolari è il car sharing, che offre sicuramente vantaggi rispetto al trasporto privato. La flessibilità è ciò che differenzia i fornitori più gettonati: le auto non sono vincolate a stazioni fisse e possono essere prenotate in qualsiasi momento del giorno e della notte; il servizio è gestito da App o da sito web in modo semplice, veloce e sicuro e il pagamento è facile come lo shopping on-line. Nel 2018 questo concept ha incrementato del 21,5% i guadagni dei fornitori di questa soluzione. Che il mercato abbia ancora spazio disponibile per nuovi servizi è stato dimostrato da We Share, a Berlino: il servizio di car sharing è stato avviato nella capitale tedesca nel 2019 e ha puntato esclusivamente sulla mobilità elettrica, inizialmente con 1500 e-Golf. A breve We Share si espanderà verso altre città tedesche.

Il grande successo di idee come il car sharing è soprattutto merito delle tecnologie digitali. Queste innovazioni hanno favorito anche servizi chiamati ride hailing. Tra questi figurano, ad esempio, i servizi offerti dalle società di taxi. Naturalmente il concetto innovativo non risiede nel taxi di per sé, ma nell'integrazione con i canali digitali che ne hanno innovato il mercato: questi servizi migliorano la fruibilità dell'offerta, assicurando ai passeggeri maggiore comfort ed efficienza. I clienti, per esempio, possono contattare direttamente l'autista in caso di variazioni dell'orario di un appuntamento. Per i passeggeri l'offerta è spesso persino più economica rispetto al servizio taxi tradizionale. E il potenziale della mobilità on-demand è ancora ben lungi dall'essere esaurito: nel 2016 Volkswagen ha investito circa 300 milioni di dollari in Gett, un intermediario del servizio taxi, attivo in oltre 60 città di tutto il mondo.

Utilizzatore di car sharing con e-Golf
 

Verso la mobilità integrata

Con i concept di mobilità quali ride sharing e ride pooling, più passeggeri con la stessa destinazione condividono un veicolo; proprio come accadeva un tempo con l'autostop. Anche in questo caso la digitalizzazione offre nuove e maggiori opportunità, sia agli utenti sia ai fornitori del servizio: la prenotazione del passaggio avviene prevalentemente tramite un'App per smartphone, che elabora la richiesta per tarare al meglio il percorso e il numero di passeggeri, ottimizzando così le condizioni per chi offre il servizio e per chi lo utilizza. Focalizzandosi sullo specifico fabbisogno, questo tipo di mobilità rappresenta un'integrazione del servizio pubblico sulle brevi percorrenze e offre un grande potenziale nelle are extraurbane. Il ride sharing ha anche vantaggi economici: di norma questa soluzione è più conveniente di un'auto a noleggio o di un taxi e talvolta anche più economica del trasporto pubblico.

I concept Mobility as a Service riescono a focalizzarsi sia sulle specifiche esigenze dell'utente sia su quelle del fornitore. Il primo decide, attraverso apposite piattaforme, quali offerte desidera utilizzare, quando e dove, e pianifica, prenota e paga tramite semplici canali digitali. Allo stesso tempo, la medesima piattaforma o App integra i diversi offerenti, come mezzi di trasporto pubblici sulle brevi percorrenze, car sharingride sharing. Una Mobility Platform digitale perfetta si basa su facili modalità di pianificazione, prenotazione e pagamento, raggruppa più servizi, consente un facile accesso alla mobilità e assicura infine l'utilizzo ottimale delle possibilità di trasporto esistenti.

Offerta di mobilità on-demand MOIA
L'obiettivo dichiarato da MOIA: lo sviluppo di offerte di mobilità on-demand che rendano la vita nell'habitat urbano più gradevole, pulita e sicura.

I nuovi concept diventano la routine

Già dalla metà del 2018 a Hannover, in Germania, l'affiliata di Volkswagen MOIA è attiva con un nuovo concept di trasporto che, mediante un software e un'app, consente un ride pooling istantaneo. Quasi come un servizio taxi, è possibile richiedere di essere prelevati e trasportati dappertutto. Anche in questo caso, tramite un'App, tutti i potenziali passeggeri possono prenotarsi, salire e scendere durante il viaggio. Per garantire che lo shuttle sia sfruttato in modo ottimale, un algoritmo stabilisce i parametri per la massima efficienza, gestendo orari e percorsi. In tal modo MOIA si presenta quasi come un mix di trasporto pubblico e servizio taxi. Dalla metà di aprile 2019 MOIA è presente anche ad Amburgo, con 100 vetture elettriche a integrazione del trasporto pubblico. Entro dodici mesi, per l'affiliata Volkswagen è prevista una crescita della flotta elettrica fino a 500 vetture.

Il progetto MOIA evidenzia soprattutto come le case automobilistiche, le start-up e le aziende di trasporto pubblico si stiano occupando del tema Mobility as a Service e, conseguentemente, si confrontino con le condizioni e i fattori della mobilità sostenibile. L'obiettivo è mettere le basi per un futuro in cui i servizi siano ecocompatibili e semplici da utilizzare.

Registrati ora e anticipa i tempi.

Ricevi aggiornamenti regolari su ID.3, sulla gamma ID. e sulla mobilità elettrica del futuro.

Note legali generali sito
Prezzi e specifiche di prodotto. Tutti i prezzi riportati sono in Euro. I prezzi indicati si riferiscono al listino per il mercato italiano e riguardano il veicolo e gli equipaggiamenti opzionali prescelti. I prezzi indicati sono IVA e messa su strada inclusa, I.P.T. (Imposta Provinciale Trascrizione) esclusa. Il prezzo effettivo viene concordato con la Concessionaria. La invitiamo pertanto a consultare la Sua Concessionaria Volkswagen di riferimento per ulteriori dettagli.

Volkswagen Group Italia dichiara che le informazioni riportate su questo sito sono valide al momento della loro pubblicazione. Le caratteristiche tecniche, gli equipaggiamenti di base, gli optional, i tessuti e i colori sono soggetti a continue variazioni e pertanto potrebbero non essere disponibili al momento della produzione del veicolo. Per tutte le versioni dotate di serie con il Car-Net vi invitiamo a consultare  la sezione dedicata: https://www.volkswagen-carnet.com/it_IT.html

I valori relativi al consumo di carburante ed alle emissioni di C02 di alcuni modelli non sono attualmente disponibili in quanto i veicoli sono ancora in fase di omologazione. Per maggiori informazioni invitiamo a rivolgersi presso le concessionarie Volkswagen.

Gli equipaggiamenti e i prezzi di listino delle autovetture Volkswagen e dei relativi accessori riportati sul sito hanno subito una variazione con effetto dal 01 novembre 2019. Volkswagen Group Italia avverte che, per ragioni tecniche di aggiornamenti del sito, gli equipaggiamenti disponibili e i nuovi prezzi di listino potrebbero non essere tempestivamente pubblicati, ma consultabili nella sezione "Listino" di ogni singolo modello. L’aggiornamento del sito verrà completato entro il 15 novembre 2019. Volkswagen Group Italia declina sin d’ora ogni responsabilità in merito a possibili discordanze, limitatamente al periodo sopra indicato.

Your browser is outdated!

Please get a decent browser here or there