Paddle

Per il cambio automatico con Tiptronic disponibile con cinque o sei rapporti si applicano tutti i vantaggi e le caratteristiche tecniche del cambio automatico.
Dopo aver commutato la leva selettrice automatica su una seconda impostazione del cambio (Tiptronic), il Tiptronic consente di intervenire manualmente in modalità automatica. I rapporti vengono cambiati premendo la leva in avanti verso quello più alto e tirandola verso quello più basso. La commutazione viene effettuata parzialmente anche tramite paddle sul volante.
Il Tiptronic offre sia il comfort di un cambio automatico che il piacere di guida e la sportività di un cambio manuale. L'inserimento automatico della marcia più alta garantisce la sicurezza durante le manovre di sorpasso al raggiungimento del limite del numero di giri. Chi ama uno stile sportivo può sfruttare la fase di inserimento della marcia più bassa e il freno motore prima di una curva o durante la marcia in discesa.

Vedi anche:
Sistema di controllo della pressione degli pneumatici
Indicatore di controllo della pressione degli pneumatici

Visualizzazione dei paddle di VW Golf A6 GTI Cabriolet

Pendenza superabile 

Per pendenza superabile di una vettura si intende la capacità di un veicolo di salire su una pendenza. La pendenza superabile viene misurata in gradi o in percentuale. Una pendenza di 45° corrisponde al 100%, e dipende dalla potenza del motore, dal tipo di propulsore, dal rapporto del cambio, dal peso, dalla ripartizione del peso, dal baricentro della vettura e dalla trazione.

Vedi anche:
Angolo di rampa
Inclinazione trasversale
Angolo di attacco

Una VW Touareg risale lungo una carreggiata con una pendenza di 45°

Piantone di sicurezza dello sterzo 

Il piantone di sicurezza dello sterzo è provvisto di elementi che in caso di collisione possono ripiegarsi in modo simile a un telescopio, impedendo la penetrazione dello sterzo nell'abitacolo. Le barre telescopiche e gli snodi aggiuntivi assicurano un sostanziale disaccoppiamento del movimento del volante dalla deformazione della parete anteriore in caso di impatto, riducendo il rischio di lesioni a carico del conducente. Il volante e l'airbag mantengono così una posizione definita davanti al conducente durante un impatto entro un grado di gravità specifico. Un meccanismo di scorrimento integrato con funzione di smorzamento riduce le sollecitazioni sul petto e sulla testa, per quanto tecnicamente possibile.

Vedi anche:
Sistema di ritenuta

Immagine del piantone di sicurezza dello sterzo su una VW Scirocco

Pneumatici Mobility 

Gli pneumatici Mobility (pneumatici AirStop®) sono dotati di un inserto polimerico all'interno del battistrada e contrastano la penetrazione di corpi estranei di diametro fino a cinque millimetri. In caso di danno al battistrada, il canale di foratura viene immediatamente chiuso dal mastice viscoso dopo la rimozione del corpo estraneo per evitare una perdita di pressione degli pneumatici, riducendo al minimo il rischio statistico di forare lo pneumatico. Inoltre, eliminando la necessità della ruota di scorta si riduce il peso della vettura, mettendo a disposizione uno spazio maggiore per i bagagli.

Vedi anche:
Sistema di controllo della pressione degli pneumatici
Indicatore di controllo della pressione degli pneumatici

VW Tiguan, vista frontale con pneumatici Mobility

Portellone elettrico 

Il portellone del bagagliaio elettrico può essere comodamente aperto dal sedile del conducente oppure con la chiave con telecomando; si chiude automaticamente dopo aver premuto un tasto nel portellone stesso. L'altezza di apertura è regolabile per evitare per esempio di toccare il soffitto nei garage bassi.

Rappresentazione schematica del portellone a comando elettrico di una Volkswagen

Post trattamento dei gas di scarico NOx 

Nel post-trattamento dei gas di scarico NOx, i gas di combustione vengono depurati con mezzi catalitici o chimici dopo aver lasciato la camera di combustione. A seconda della norma sui gas di scarico, del peso della vettura e della motorizzazione è possibile utilizzare un catalizzatore ad accumulo di NOx (NSK) (in inglese: NOx Storage Catalyst (NSC)) oppure un catalizzatore SCR (Selective Catalytic Reduction - riduzione catalitica selettiva).
Per via degli attuali valori limite di NOx per i motori Diesel, a partire dalla norma sui gas di scarico EU6 è richiesto per quasi tutti i veicoli il post trattamento dei gas di scarico che riduce le emissioni di NOx.

Vedi anche:
Catalizzatore SCR
Catalizzatore ad accumulo di NOx

Una Volkswagen vista da dietro, dettaglio dell'impianto di scarico

Presa multimediale AUX-IN 

La presa multimediale AUX-IN consente di collegare una fonte audio esterna al sistema radio e di radio-navigazione. Per l'impiego viene utilizzato il dispositivo collegato, mentre per la regolazione del volume il sistema radio e di radio-navigazione.
La presa AUX-IN può essere ordinata solo in combinazione con alcuni sistemi radio e di radio-navigazione.

Vedi anche:
Sistema di radio-navigazione
Presa multimediale MEDIA-IN

La presa multimediale con collegamento AUX-IN su una Volkswagen

Presa multimediale MEDIA-IN 

La presa multimediale MEDIA-IN è un'interfaccia per lettori MP3 con certificazione USB, iPod Apple a partire dalla quarta generazione e archiviazione dati esterna. L'interfaccia offre la possibilità di riprodurre file audio direttamente dalla memoria dati mobile tramite i sistemi infotainment integrati. Viene utilizzata tramite la radio o navigatore. Le cartelle, le playlist e i titoli sono visualizzati e possono essere selezionati tramite touchscreen.
La presa MEDIA-IN può essere ordinata solo in combinazione con alcuni sistemi radio e di radio-navigazione.

Vedi anche:
Sistema di radio-navigazione
Presa multimediale AUX-IN

La presa multimediale con collegamento AUX-IN su una Volkswagen

Prese

Le prese da 12 Volt presenti nella consolle centrale, nel vano posteriore o nel bagagliaio consentono di connettere dispositivi mobili. Per molti modelli è disponibile anche una presa da 230 Volt.

Visualizzazione di una presa su una VW Touareg

Pretensionatore 

In caso di incidente, la cintura di sicurezza deve trattenere gli occupanti nel più breve tempo possibile e rimanere tesa. Ciò non sempre accade, in particolare se si indossano abiti voluminosi. Questo effetto è chiamato allentamento della cintura.
I pretensionatori odierni contengono una piccola carica pirotecnica che tende la cinghia quando viene azionata, evitando l'allentamento della cintura.
I pretensionatori vengono attivati ​​elettricamente dalla centralina dell'airbag e tendono la cintura in poche frazioni di secondo. Nel momento in cui la cintura si trova più aderente al corpo, i passeggeri sono coinvolti prima nella decelerazione della vettura; il carico del corpo viene distribuito in modo più uniforme durante l'intero processo di arresto, riducendo il rischio di lesioni.

Vedi anche:
Airbag
Limitatore di forza

Rappresentazione schematica di una Volkswagen con dettaglio del pretensionatore

Profondità di guado 

La profondità di guado indica la distanza tra il punto di contatto della ruota e il sistema di ingresso e aspirazione di aria del motore.

Vedi anche:
Inclinazione trasversale
Angolo di rampa
Pendenza superabile
Angolo di attacco

Rappresentazione schematica della profondità di guado di una VW Touareg

Programma di controllo elettronico della stabilizzazione 

Il programma di controllo elettronico della stabilizzazione rileva situazioni di guida critiche, per esempio il pericolo di sbandamento, e impedisce in modo mirato una possibile derapata della vettura.
Per permettere al programma di controllo elettronico della stabilizzazione di attivarsi tempestivamente in caso di situazioni di guida pericolose, è essenziale che il sistema riceva continuamente i dati necessari, per esempio in quale direzione il conducente sta sterzando e qual è la traiettoria impostata. La risposta alla prima domanda è fornita dal sensore per l'angolo di sterzata e dai sensori del numero di giri delle ruote. A partire da questi due dati, la centralina elabora una direzione nominale dello sterzo nonché un comportamento di marcia nominale della vettura. Ulteriori dati chiave includono l'imbardata e l'accelerazione trasversale della vettura. Grazie a queste informazioni la centralina calcola lo stato effettivo della vettura. 
Il programma di controllo elettronico della stabilizzazione impedisce che la vettura si trovi in una condizione di instabilità durante la marcia in curva, sia essa causata da una velocità inadeguata, da una variazione imprevedibile delle condizioni del fondo stradale (superficie umida, scivolosa o sporca) o dall'improvvisa necessità di ricorrere a una brusca sterzata. Non importa se l'instabilità si manifesta attraverso l'azione sottosterzante (la vettura spinge verso l'esterno della curva nonostante le ruote sterzate) o il sovrasterzo (derapata del posteriore). 
L'unità di elaborazione del programma di controllo elettronico della stabilizzazione riconosce la tipologia di instabilità in base ai dati forniti dalla sensoristica ed effettua una manovra correttiva intervenendo sul sistema frenante e sulla centralina di gestione motore. In caso di sottosterzo, il programma di controllo elettronico della stabilizzazione frena la ruota posteriore interna rispetto alla curva, riducendo contemporaneamente la potenza del motore fino a quando la vettura è di nuovo stabile. Il programma di controllo elettronico della stabilizzazione impedisce il sovrasterzo, agendo in modo mirato sul freno anteriore della ruota esterna alla curva e intervenendo sulla centralina di gestione motore nonché sulla gestione del cambio. Il crescente know-how e una sensoristica nettamente più sofisticata permettono la costante evoluzione di questo complesso sistema di regolazione. 
Il sistema include le seguenti funzionalità per il comfort e la sicurezza:

  • Sistema antibloccaggio ABS
  • Ripartizione elettronica della forza frenante EBV
  • Decelerazione massima asse posteriore HVV
  • Sistema antislittamento ASR
  • Differenziale elettronico a bloccaggio trasversale XDS
  • Regolazione della coppia in fase di rilascio MSR
  • Assistente di frenata idraulico HBA
  • Sovraspinta idraulica Overboost
  • Amplificatore della pressione idraulica frenante HBV
  • Stabilizzazione del rimorchio
  • Brake Disc Wiper (tergitura dei dischi freno)

Vedi anche:
Centralina di gestione motore
Sensore di accelerazione trasversale

Rappresentazione schematica del programma di controllo elettronico della stabilizzazione con vetture Volkswagen

Programma di marcia Offroad 

Il programma di marcia Offroad include, tra le altre cose, un sistema di assistenza nella marcia in discesa, una funzione di assistenza alla partenza per i tratti in fuoristrada impegnativi, una caratteristica adattata del pedale dell'acceleratore e un sistema ABS appositamente ottimizzato per l'impiego fuoristrada. Il programma consente una buona governabilità della vettura su qualsiasi terreno con la semplice pressione di un tasto.

Consolle centrale di VW Tiguan, in primo piano il programma di marcia Offroad

Propulsione ibrida 

Una propulsione ibrida consiste nella combinazione di due principi di trazione, come per esempio un motore TSI e uno elettrico. Il concetto di ibrido può comportare vantaggi in termini di consumi e riduzione delle emissioni, in particolare nel ciclo urbano. La tecnologia ibrida include due diversi tipi di propulsione: quella completamente ibrida e l'ibrido plug-in.
Il full-hybrid genera autonomamente la propria corrente, agendo da generatore di corrente in fase di frenata e caricando la batteria ad alta tensione.
L'ibrido plug-in funziona in maniera analoga, ma con una differenza: infatti, offre la possibilità di caricare la batteria del motore elettrico con un generatore esterno.

Rappresentazione schematica della propulsione ibrida su una VW Golf GTE

Protezione dalla corrosione 

Volkswagen offre ora di serie una protezione completa contro la corrosione per tutte le aree rilevanti della vettura. Oltre alla zincatura, le cavità della carrozzeria sono protette dall'acqua con cera calda, mentre le saldature della carrozzeria e del sottoscocca sono ulteriormente sigillate. Inserti dei passaruota in materiale sintetico, rivestimenti di alta qualità e finiture moderne proteggono dall'urto di pietrisco.
La protezione dalla corrosione garantisce una resistenza strutturale costante per tutta la durata utile di una vettura e, grazie alla sua maggiore durata, preserva le risorse.

Pneumatici anteriori di VW Passat

Protezione dei pedoni 

La protezione dei pedoni costituisce uno dei criteri chiave per la sicurezza esterna di una vettura. Volkswagen costruisce le sue vetture in modo tale che gli altri utenti della strada siano esposti al minor pericolo possibile. Tra le numerose misure per la protezione dei pedoni di Volkswagen vi sono speciali elementi di deformazione nel paraurti anteriore, la maggiore distanza possibile tra cofano e motore e parafanghi flessibili, in parte anche in materiale sintetico. Lo scopo di queste misure è quello di ridurre al minimo il rischio di lesioni rendendo le “zone di contatto” il più possibile flessibili.

Vedi anche:
Crash test

Un pedone attraversa la strada davanti a una Volkswagen

Protezione dei piedi 

Gli arti inferiori del conducente possono essere esposti a un rischio considerevole di lesioni, a seconda del tipo e della gravità della collisione. Per ridurre il rischio di lesioni, Volkswagen utilizza elementi di deformazione mirati nella pedaliera e nel poggiapiedi. La deformazione della parete anteriore che si verifica nei crash test offset Euro NCAP porta per esempio, a partire da un livello definito di forza, a una libertà di movimento mirata della pedaliera. Di conseguenza, i pedali risultano disaccoppiati, rimangono mobili e in gran parte senza forza; in caso di intrusione dei pedali dovuta ad incidente,si riduce quindi il rischio di lesioni ai piedi e alle gambe.

Visualizzazione della pedaliera nel vano piedi del sedile del conducente su una VW Scirocco

Protezione laterale antiurto 

Per via dello spazio di deformazione limitato sulla fiancata della vettura e della vicinanza immediata degli occupanti agli altri elementi coinvolti in un incidente, le condizioni di un urto laterale sono difficilmente paragonabili a quelle di un incidente frontale. A differenza della zona anteriore o posteriore, qui la carrozzeria non offre praticamente alcuna opportunità di assorbire energia attraverso la deformazione del materiale. Per consentire una deformazione il più possibile mirata della cellula abitacolo in caso di impatto, questa zona deve quindi essere resa particolarmente stabile e i sistemi di ritenuta utilizzati devono essere sviluppati per l'uso in pochi millesimi di secondo.
Volkswagen utilizza vari meccanismi di protezione sulla fiancata della vettura per ridurre in modo sostenibile il rischio di lesioni:

  • Le barre di protezione dagli impatti laterali aumentano la rigidità delle porte e distribuiscono l'energia generata durante un impatto laterale.
  • L'ampia copertura della porta con i montanti aumenta la rigidità della deformazione. Le forze che si generano durante un incidente possono essere meglio dissipate nel sottoscocca e nei montanti del tetto.
  • Montanti anteriori, centrali e posteriori stabili assicurano una cellula abitacolo resistente alle deformazioni.
  • Rinforzi trasversali stabili nel pianale della vettura garantiscono lo spazio di sopravvivenza necessario.
  • Airbag laterali e per la testa regolati in maniera ottimale rappresentano il sistema di ritenuta in caso di impatto laterale.

Vedi anche:
Cellula abitacolo
Sistema di ritenuta

Rappresentazione schematica della protezione laterale antiurto su una Volkswagen
Note legali generali sito
Prezzi e specifiche di prodotto. Tutti i prezzi riportati sono in Euro. I prezzi indicati si riferiscono al listino per il mercato italiano e riguardano il veicolo e gli equipaggiamenti opzionali prescelti. I prezzi indicati sono IVA e messa su strada inclusa, I.P.T. (Imposta Provinciale Trascrizione) esclusa. Il prezzo effettivo viene concordato con la Concessionaria. La invitiamo pertanto a consultare la Sua Concessionaria Volkswagen di riferimento per ulteriori dettagli.

Volkswagen Group Italia dichiara che le informazioni riportate su questo sito sono valide al momento della loro pubblicazione. Le caratteristiche tecniche, gli equipaggiamenti di base, gli optional, i tessuti e i colori sono soggetti a continue variazioni e pertanto potrebbero non essere disponibili al momento della produzione del veicolo. Per tutte le versioni dotate di serie con il Car-Net vi invitiamo a consultare  la sezione dedicata: https://www.volkswagen-carnet.com/it_IT.html

I valori relativi al consumo di carburante ed alle emissioni di C02 di alcuni modelli non sono attualmente disponibili in quanto i veicoli sono ancora in fase di omologazione. Per maggiori informazioni invitiamo a rivolgersi presso le concessionarie Volkswagen.

Gli equipaggiamenti e i prezzi di listino delle autovetture Volkswagen e dei relativi accessori riportati sul sito hanno subito una variazione con effetto dal 01 novembre 2019. Volkswagen Group Italia avverte che, per ragioni tecniche di aggiornamenti del sito, gli equipaggiamenti disponibili e i nuovi prezzi di listino potrebbero non essere tempestivamente pubblicati, ma consultabili nella sezione "Listino" di ogni singolo modello. L’aggiornamento del sito verrà completato entro il 25 novembre 2019. Volkswagen Group Italia declina sin d’ora ogni responsabilità in merito a possibili discordanze, limitatamente al periodo sopra indicato.

Your browser is outdated!

Please get a decent browser here or there