Challenge AcceptID.
ID.R

Messaggera del futuro

ID.R è la prima auto da corsa Volkswagen completamente elettrica, nonché fiore all'occhiello sportivo della famiglia ID.: una generazione completamente nuova di modelli di serie a trazione elettrica. Dal primo disegno alla presentazione del prototipo sono trascorsi appena 250 giorni. Guidata dal francese Romain Dumas, nel 2018 ID.R ha vinto la famosa cronoscalata statunitense “Pikes Peak International Hill Climb”. Successivamente, la vettura da competizione high-tech è stata ulteriormente perfezionata e ha conquistato record avveniristici.

Lavoro pionieristico per la produzione di serie

In poco più di un anno, il modello esclusivamente elettrico ID.R ha stabilito quattro importanti record, consolidando il suo posto nella storia di Volkswagen Motorsport. Il prototipo, che vanta una potenza di 680 CV (500 kW), ha consentito inoltre di acquisire preziose conoscenze per la costruzione in serie dei modelli della famiglia ID.

Le tecnologie impiegate con successo sulla ID.R per la conquista dei record vengono ora inserite nei modelli in produzione di serie. Come esemplare sportivo della famiglia ID., ID.R accompagna il lancio sul mercato di ID.32 e l'anteprima mondiale di ID.43 - si tratta dei due primi modelli ID. di serie della Casa di Wolfsburg. ID.3 può essere ordinata in molti Concessionari europei già dal 20 luglio. Entro il 2025 il Marchio prevede di raggiungere il traguardo di 1,5 milioni di auto elettriche prodotte. Volkswagen sottolinea così la sua ambizione di diventare leader di mercato a livello mondiale nel campo della mobilità elettrica.

ID.R è un laboratorio su ruote per il lavoro di ricerca e sviluppo.
Sven Smeets
Responsabile di Volkswagen Motorsport
Il responsabile di Volkswagen Motorsport Sven Smeets
The Volkswagen ID. family (design sketches)

Un concentrato di tecnologie per la famiglia ID.

Volkswagen ID.R non si limita a impressionare sui circuiti da gara. Funge anche da concentrato di tecnologie sperimentali per i modelli a trazione elettrica della famiglia ID. Nello sviluppo di ID.R, la costruzione di serie e la costruzione in ambito Motorsport beneficiano di un reciproco transfer di conoscenze. “Quando, nel 2017, abbiamo iniziato a lavorare al progetto ID.R con l'obiettivo di giungere a una vettura ultimata in soli nove mesi, abbiamo tratto grande vantaggio dal supporto offertoci dal settore Ricerca e Sviluppo. Ora, grazie alle conoscenze e alle esperienze maturate nella gestione delle batterie e dell’energia, possiamo dare dei feedback molto utili. ID.R è un laboratorio su ruote per il lavoro di Ricerca e Sviluppo”, afferma Sven Smeets, responsabile di Volkswagen Motorsport.

L'aerodinamica come fattore di successo

Nel Motorsport come nella produzione di serie, assume una grande importanza l'efficienza aerodinamica della carrozzeria. Minore è il coefficiente aerodinamico (noto anche come coefficiente cx), minore è la resistenza che l'aria esercita sul corpo del veicolo in movimento. L'aerodinamica di Volkswagen ID.R è stata ottimizzata nel corso di varie sperimentazioni nella galleria del vento e mediante simulazioni al computer.

Un design modellato dal vento

Per quanto concerne la vettura a trazione elettrica di serie, la riduzione della resistenza aerodinamica è importante per preservare le riserve di energia. Anche se in questo caso non vengono impiegati sistemi aerodinamici variabili, l'obiettivo fondamentale rimane il medesimo: massima efficienza per la massima autonomia. Un fattore importante in tal senso è la forma fluida della carrozzeria e della cellula abitacolo. Come sulle vetture da competizione, zone di transizione morbide si alternano a bordi netti e ben delineati. L'obiettivo è che l'aria fluisca quanto più possibile a stretto contatto con la vettura e che, successivamente, il flusso aerodinamico si distacchi in modo netto – il risultato è un design che appare modellato dal vento.